Archivio di novembre 2011

Serata in sostegno a NOMADS:
INTERNAZIONALISMO E COOPERAZIONE DAL BASSO

dalle 23.30

TROUBLE MAKERS
—>DJ’S SET
– SE’KO + FUCKMIKE
– BAD TASTE  + DREGEN
LIVE SET
– IL FRA feat PORKOTONY
FAIDA SYSTEM

—> DJ’S SET
– MACCA + TRONKO
VJ’SET—->
LOOK AT THE MONEY

PERFORMANCE BY FBLOODYSTEELS

nei sotterranei:
FOTOGRAFIE, VIDEO E INFORMAZIONI SUI PROGETTI NOMADS

http//nomads.indivia.net

NOMADS è un’esperienza nomade, che attraversa i continenti e abbatte i confini dei saperi e delle culture.
NOMADS è quello che vogliamo essere: abitanti del mondo e viaggiatori perpetui.
NOMADS è il nome unitario che vogliamo dare ai numerosi progetti di cooperazione internazionale sviluppati nel corso di questi anni grazie al supporto dello spazio pubblico XM24 di Bologna.
Gli obbiettivi di NOMADS sono legati alla condivisione dei saperi e alla diffusione delle informazioni, accompagnando il processo di emancipazione dei popoli in lotta. In questo senso sono stati organizzati corsi di comunicazione, festival di cinema indipendente e vari progetti di cooperazione internazionale in supporto alle lotte sociali dei paesi in cui siamo presenti. Inoltre la diffusione della documentazione raccolta (audio, video e web) ci ha permesso di creare relazioni con i canali di informazione indipendente internazionali.

Al momento abbiamo progetti attivi in Messico e in Marocco, mentre sono in cantiere progetti in Ghana e Palestina.

Informazioni, report, foto e video dei nostri progetti passati li trovate consultando il sito Nomads

Venerdì 2 Dicembre
ore 17.00
Aula 1, Dipartimento di Fisica, Università,
Via Alessandro Pascoli
Perugia

>>Per info http://veritaperaldo.noblogs.org/

Il Lab57 supporta attivamente la campagna 2012 della LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’ AIDS), tutti i materiali informativi e profilattici sono gratuitamente in distribuzione presso le nostre sedi e durante i nostri interventi.

La Lila punta ancora una volta ad attivare comportamenti sessuali sicuri e promuove l’uso del profilattico, unico strumento in grado di tutelare chiunque abbia una vita sessuale attiva.
L’infezione da Hiv continua infatti a propagarsi e ha ormai assunto una precisa connotazione sessuale, con il 79% delle nuove infezioni dovute a rapporti sessuali. L’uso del profilattico continua ad essere una delle strategie principali di contrasto all’HIV raccomandate da tutte le agenzie internazionali, che attraverso l’uso dei preservativi maschili e femminili, l’accesso al test e la terapia antiretrovirale, si sono date come obiettivo l’azzeramento dell’infezione come dice l’esplicita headline del World Aids Day 2011 “Getting to Zero”.

>> La declinazione per l’Italia della LILA
>>Dettagli
>>Scheda della campagna
>>Comunicato stampa
>>Brochure InfoAids
>>Vuoi ospitare un banner?

Dati a sostegno

I comportamenti per la prevenzione del rischio di trasmissione del virus Hiv sono ormai noti, ma non per questo sono adottati: il profilattico è poco utilizzato rispetto al resto d’Europa (l’Italia è agli ultimi posti) e il rapporto sessuale non protetto è la prima causa di infezione in Italia.
I casi di diagnosi di infezione da Hiv attribuibili a trasmissione sessuale sono aumentati dal 13,3% del 1998 al 79% del 2009. Anche rispetto alle diagnosi di Aids i casi attribuibili a trasmissione sessuale crescono dal 42,6 % del 1998 al 69,5% nel 2009/10. (Fonte Bollettino COA/ISS nr 24 del 2011, nelle regioni/province in cui è attiva la sorveglianza).

Le donne sono maggiormente a rischio di contrarre l’infezione da hiv rispetto agli uomini per una serie di fattori biologici, sociali e culturali: le infezioni tra le donne sono in crescita.
La proporzione di donne a cui viene diagnosticato l’Hiv è in crescita, nel nostro paese e più in generale nel mondo. Nel 1985 rispetto alle diagnosi di Hiv il rapporto donna/uomo indicava che per ogni donna che scopriva di aver contratto l’Hiv vi erano 3,5 uomini, nel 2009 questo rapporto è sceso a 3,1.

Nella coppia il profilattico è poco usato: molte delle infezioni avvengono all’interno delle coppie eterosessuali.
Rispetto alle diagnosi di Aids, i casi attribuibili a trasmissione eterosessuale crescono dal 25,3% del 1998 al al 45,1% nel 2009/10. Dallo studio ICONA (Italian CohOrt of Naive Antiretroviral patients) emerge che l’80% delle infezioni che le donne hanno contratto per via sessuale è avvenuta attraverso il proprio partner stabile.

Nella popolazione omosessuale, negli ultimi anni si è registrato un incremento delle infezioni sia a livello europeo che per quanto riguarda l’Italia.
Il Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità ci dice che in Italia l’infezione da Hiv dovuta a rapporti omo/bisessuali è salita dal 17,2% del 2001-02 al 24,4% nel 2009/10. In Europa, il sesso tra uomini è la principale modalità di trasmissione per le infezioni del 2009, ovvero il 35% dei nuovi casi (fonte ECDC).

>>Vai al sito nazionale della LILA
>>Vai al sito di MAP-LILA Piacenza con cui il Lab57 collabora stabilmente da alcuni anni

Il Lab57 – Alchemica sarà presente a questo evento con la postazione chill-out & info point-primo soccorso.

dalle ore 22
PRESENTAZIONE DEL FILM DOCUMENTARIO
“TEKNO: IL RESPIRO DEL MOSTRO”
con la partecipazione del regista ANDREA ZAMBELLI

a seguire
HULABULAH FREAKY BREAKBEAT PARTY

in realta’ la musica sara’ un continuo mix di
breakbeat dubstep electro acid techno………..

con hulabulah djs crew (milano)

BLACK D
MNT
ZUMO

SUPPORT THE UNDERGROUND VINYL RESISTANCE !!!!!!!

>>Per info vai al sito di Xm24

mercoledì 23 novembre
ore 17.00 – 19.00

Sala del consiglio, Facoltà di Lettere Università di Genova,
Via Balbi 4,
Genova, Italy

Incontro- lezione pubblica:

discuteremo con esperti ed attivisti di tipologie di consumo, repressione e proposte per il futuro.
Acquisiamo informazioni e consapevolezza per andare oltre persecuzione, sfruttamento ed abuso.
Perchè il consumo consapevole è un diritto non un crimine!

INTERVERRANNO:

Alessandra Viazzi, Pazienti Impazienti Cannabis.
Max, LAB57 Bologna,
Gabriella Zanone, SERT Genova
Laura Tartarini, avvocato Genova.

Moderazione: CSOA Terra di Nessuno

VERSO IL 10 DICEMBRE 2011 GIORNATA DEI DIRITTI PER IL DIRITTO AL CONSUMO!
VERSO VIENNA 2012! LA FINE DEL MONDO PROIBIZIONISTA!

PARTECIPATE NUMEROSI! PER SCONFIGGERE IL SISTEMA BISOGNA AVER LA TESTA PIENA!!

COMUNICATO FESTA DEL RACCOLTO CSOA TERRA DI NESSUNO:

Un vento di cambiamento sembra scuotere le politiche repressive e proibizioniste che governano il mondo, una luce di speranza sembra illuminare i tantissimi che da molto tempo lottano contro mafie e poteri forti ad esse collegati per poter esercitare il loro diritto ad un consumo autonomo e consapevole, senza dover patire il controllo repressivo di affaristi e sfruttatori.
Sempre più la cannabis viene tollerata e legalizzata, aprendo nuovi spazi di consumo e discussione.
Dobbiamo però chiederci, come nel caso della crisi economica, chi è incaricato di gestire questa transizione. Ed ecco che la luce di speranza inizia ad affievolirsi, perchè ci accorgiamo che sono gli stessi fautori di proibizionismo e repressione che oggi pretendono di riscrivere le normative sul consumo di sostanze.
E non è difficile immaginare quali logiche queste riforme seguiranno. Saranno ancora una volta le logiche delo sfruttameto, del controllo e della repressione. Perchè se la galera verrà (forse) messa da parte come elemento di deterrenza, saranno sempre più numerose le limitazioni a cui i “malati di consumo” dovranno sottostare. Sì, perchè il nuovo status del consumatore di sostanze sarà quello di malato, invece che di criminale, e questo significa limitazioni nell’accesso alle sostanze, imposizioni dal punto di vista economico, restrizioni nella vita privata e sul lavoro derivanti dalla condizione di “malato”.
Cambieranno quindi le parole, la forma delle prigioni e dei carcerieri, ma rimarranno invariati il controllo, lo sfruttamento economico e la repressione. Si inizierà a morire negli ospedali invece che nelle carceri come succede oggi, si perderà il lavoro per un certificato medico invece che per una denuncia, per non parlare delle ovvie conseguenze relazionali.
Ma c’è un’alternativa a tutto questo, e siamo noi.
Come la risposta alla crisi economica non può essere costruita da chi questa crisi l’ha voluta e realizzata, così la legislazione relativa alle sostanze non può essere affrontata dagli stessi che hanno creato la spaventosa situazione attuale: dominio delle mafie, disinformazione e aumento del consumo senza regole tra i giovani, repressione durissima e conseguenti omicidi per abuso o suicidi in carcere.
Dobbiamo essere noi a formare collettivi antiproibizionisti, parlare, proporre, lottare attivamente per cambiare la situazione secondo le esigenze reali dei consumatori, e non quelle strumentali degli sfruttatori.
Dobbiamo fare rete, sta già accadendo in tutta Italia, e scavare la via verso l’autonomia e la consapevolezza di consumo.
La festa del raccolto è un inizio, un collettivo antiproibizionista è nato al terra di nessuno ed è apeto a tutti, il 10 dicembre in tutta Italia ci sarà un primo forte evento che rilancierà le nostre idee e voglia di lottare. La rivoluzione antiproibizionista si muove, fai una mista e unisciti a noi!

Il Lab57 – Alchemica sarà presente a questo evento con la postazione chill-out & info point-primo soccorso.

infoline: [FR] 0033 7800311531

Il Lab57 – Alchemica sarà presente nella serata di venerdì 18 novembre a questo evento con la postazione chill-out & info point-primo soccorso.


Tre giorni di musica, tatoo, performances, sospensioni, piercing, fotografia, installazioni audio video sfilate etc. etc. 17 18 e 19 NOVEMBRE @ XM 24 – BOLOGNA

A partire dalle 15 per tutti e tre i giorni mostre fotografiche, proiezioni video, discussioni, installazioni, body art e musica!!

L’iniziativa, senza scopo di lucro, è stata concepita per ravvivare lo scambio di idee e culture tra artisti del panorama emiliano\italian…o, per promuovere le diverse forme di body art e per ribadire la necessità di spazi di aggregazione e cultura in città!

Vi aspettiamo numerosi con le vostre idee, critiche e proposte!!!!

tutti i giorni sarà possibile visionare la mostra fotografica a cura di ZACBODYART.

GIOVEDì 17 NOv.
ore 15:00 presentazione saluti e mini workshop tattoo
16:00 allestimento delle postazioni + proiezione documentari
16:00 spazio Frangette: art fusion all’aria aperta (5 tele per 5 artisti)
19:00 Chiusura della prima session tattoo

21:00 Cena Vegana TeleImmagini?

22:00 Sala Grande: Suspension Performance by Fuckin’BloodySteel
22:30 Osteria: SConcerti con Uomo Falena e Mr Sinister Kris

VENERDì 18 NOv.

15:00 Riapertura dei lavori + proiezione documentari
16:00 Spazio Frangette: art fusion all’aria aperta (5 tele per 5 artisti)
19:00 Chiusura seconda session tattoo

20:00 Discussione sull’approccio etno-centrico alle modificazione corporee

21:00 Cena Vegana Al Sirat + VZoo

22:00 Sfilata a cura Ebee Cloth

23:00
Dj set dnb, breakbeat, dubstep, tekno con: Blatters,
Lab Frequency + Dank mc, 36’s, Bnz Tekno Tribe, Gae Fnkbstrd

SABATO 19 NOv.

ore 15:00 Apertura Lavori + proiezioni
16:00 Spazio Frangette: art fusion all’aria aperta (5 tele per 5 artisti)
19:00 chiusura dei lavori e sfilata finale

21:00 Cena Vegana Al Sirat + VZoo

22:00 Sala Grande: Concerti
24:00 Sala Grande: Chiusura Rockabbilly by Bestiaccia

PER INFO E COLLABORAZIONI MAIL con_tattoo@bastardi.net

locandina HD per i dettagli
http://dl.dropbox.com/u/3765498/LOCANDINA1.jpg

>>Per info vai al sito di Xm24

18 NOVEMBRE 2011
ore 9:00
Tribunale Piazza Matteotti, Sala degli Affreschi
Perugia

LA MEMORIA E’ UN INGRANAGGIO COLLETTIVO…

Sono trascorsi ormai 4 anni dalla data in cui Aldo Bianzino viene trovato morto nella sua cella di detenzione nel carcere di capanne, nel quale era stato condotto a seguito dell’arresto (firmato dal PM Petrazzini) avvenuto nel suo casale, due giorni prima, per coltivazione di marijuana.

Il 18/11/2011 avrà luogo la quarta udienza del processo per “Omissione di soccorso e falsificazione di registro” a carico di una della guardie carcerarie, nel corso della quale verranno ascoltati i medici legali che hanno effettuato l’autopsia e le successive perizie sul corpo di Aldo.

MA QUAL È LA VERSIONE DEI FATTI DATA IN QUESTI ANNI DAI MEDICI LEGALI INTERVENUTI FINORA?

16/10/2007
Il Dr. Lalli (nominato dal PM Petrazzini) in presenza del legale Patumi (nominato da alcuni familiari) esegue l’autopsia. Il Dr. Patumi riferisce agli avvocati di parte e ai familiari che sul corpo erano presenti lesioni al fegato, milza e cervello, dichiarando inoltre che le stesse erano state causate da colpi mirati a danneggiare gli organi vitali senza lasciare tracce esterne visibili.

23/10/2007
La Dott.ssa Anna Aprile effettua esami specifici su fegato e cervello

10/11/2007
Il medico legale Fortuni con il dott. Patumi dopo un’ulteriore perizia, cambiano completamente l’esito dell’esame rispetto ai precedenti, Parlano per la prima volta di aneurisma come causa della morte.

31/01/2008
Dalla relazione fatta dai medici legali nominati dal PM Petrazzini, viene confermata come causa della morte l’aneurisma cerebrale.

10/01/2008
Il PM Petrazzini chiede l’archiviazione per l’accusa di omicidio volontario.

16/12/2009
La richiesta di archiviazione viene accettata.

8/02/2011
Viene aperto un nuovo processo per omissione di soccorso e falsificazione di registro a carico di Cantoro, guardia carceraria incaricata della sorveglianza la notte del decesso di Aldo. Durante l’udienza il COMITATO VERITA E GIUSTIZIA PER ALDO viene ammesso al processo come parte civile.

21/03/2011
Il comitato viene escluso poiché costituitosi in data successiva alla morte di Aldo, Rifiutando l’ammission dell’associazione “A buon diritto” (impegnata nella salvaguardia dei diritti sanciti costituzionalmente) come parte civile al processo. L’ Avvocato Anselmo Fabio (lo stesso di Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi) è il nuovo legale di una parte dei familiari e viene chiamato a testimoniare l’ex direttore del carcere.

19/05/2011
Ascoltati i testimoni del PM Petrazzini (l’infermiera e le due dott.sse che hanno eseguito le operazioni di rianimazione e parte degli agenti/assistenti), Dalla ricostruzione dei fatti emerge un disordine routinario delle normali attività di un’istituzione carceraria, oltre ai diversi “vuoti di memoria” manifestati dagli stessi.

28/09/2011
I medici legali convocati per l’udienza non si presentano. Vengono ascoltati Gioia (prima moglie di Aldo) e Rudra (figlio di Aldo) i quali confermano la prima versione comunicatagli dal medico legale Patumi riguardo le cause della morte

18 NOVEMBRE 2011
h.9:00 Tribunale Piazza Matteotti, Sala degli Affreschi
(Perugia)
Tutta la cittadinanza è invitata a PRESIDIARE E PARTECIPARE ALL’UDIENZA

LO STATO ARCHIVIA, NOI NO

il PROIBIZIONISMO E’ UN SERIAL KILLER
Comitato verità per Aldo Bianzino

http://veritaperaldo.noblogs.org/

Oggi salutiamo Deborah, amica, sorella, compagna di tante lotte libertarie e antiproibizioniste col Livello57 a Bologna e da qualche anno col Forte Prenestino a Roma.

Ciao Deborah, un abbraccio FORTE, fortissimo!!!

Il Lab57 – Alchemica sarà presente a questo evento con la postazione chill-out & info point-primo soccorso.

>>Per info vai al sito di Xm24

Cerca
Archivio