In questi ultimi 2 mesi la attività del Lab57 si sono dovute forzatamente ridurre a causa dell’attacco del Comune di Bologna alla realtà Autogestita di Xm24, che ospita le attività del Lab57 dal 2006, dopo un ‘altro sgombero assurdo dello Spazio Autogestito del Livello57 di Bologna, rivelatosi poi totalmente immotivato anche sulla base della tanto sbandierata Legalità.

Xm24 ha permesso al Lab57 di crescere e continuare con le sue attività per 13 anni, offrendo la sua professionalità in decine di formazioni a progetti istituzionali e/o autogestiti, e il suo attivismo in centinaia di interventi in tutta Italia senza nessun tipo di finanziamento pubblico, auto-sostenendosi con benefit in spazi auto-gestiti e solidali come Xm24.
http://lab57.indivia.net/interventi/

Inoltre proprio in questi mesi il Comune di Bologna, non contento della minaccia di sgombero di Xm24, ha deciso di anticipare la messa a bando del lo Spazio HUB, in via Luigi Serra 2/H-G, sede dello Sportello settimanale del Lab57 ogni Venerdì e di altri progetti gratuiti no-profit come MOMO, la Banca del Tempo, http://www.bancadeltempo.biz/ , mettendo a rischio anche questa esperienza.
Tutto questo quando in Italia, e segnatamente a Bologna come in tutta la regione stiamo attraversando una emergenza causata da un aumento di overdose letali di eroina, https://www.geoverdose.it/, nel silenzio totale dei servizi sanitari e di riduzione del danno, senza nessun avviso ai consumatori nè sulle cause di queste morti, nè SOPRATTUTTO sulla COMPOSIZIONE E LA PUREZZA DELLE SOSTANZE IN CIRCOLAZIONE.

L’unica notizia arrivata ultimamente dal Comune è l’aumento dei fondi destinati ai Servizi sociali, giustificato dall’aumento dei morti per cui questi servizi nulla hanno fatto neppure per avvisare i consumatori, senza però prevedere nessun tipo intervento diverso nè innovativo, come la riapertura del Drop-in a_Bologna, chiuso dal lontano 2006 che toglierebbe molti tossicodipendenti a rischio dalle strade del centro piene di siringhe come negli anni 90, o come l’introduzione del Drugchecking, analisi delle sostanze, che da oltre 20 anni il Lab57 pratica e che in altre città di Italia sta dando i suoi frutti, come a Perugia e Torino.
https://youtu.be/OWnEVQDNmeA
I pionieri della riduzione del danno di Collegno (Torino),
Drop-in sempre aperti e Analisi Sostanze con Protocollo analisi colorimetrica by Lab57, Bologna
https://lab57.indivia.net/materiali-informativi/test-rapido-delle-sostanze/

In ogni caso l’esperienza del Lab57 e delle decine di progetti portati avanti da Xm24 proseguiranno anche dopo lo sgombero minacciato a giorni, nel frattempo chiediamo a tutt@ di fa sentire la propria presenza in questi giorni di resistenza nelle modalità descritte in fondo a questo appello.

Rischio sgombero: Il Nulla è alle porte

Giovedì 1 Agosto siamo stati nuovamente convocati dalla questura per incontrare l’amministrazione, la chiamata pare sia stata fatta su richiesta del Sindaco. Siamo rimaste molto sorprese da questa convocazione, dopo le dichiarazioni di chiusura delle ultime settimane,ci chiedevamo cosa di nuovo avevano ancora da dirci…

Curios* e forse speranzos* in qualche novità, abbiamo deciso di non sottrarci a quest’ulteriore incontro. E invece, tranne forse la presenza del capo di gabinetto del Sindaco come interlocutore per l’amministrazione, .. nulla di nuovo! Il comune continua a ribadire la sua volontà di rientrare immediatamente in possesso degli spazi di via Fioravanti 24 per realizzare quella cagata pazzesca del cohousing senza proporre alcuna adeguata alternativa per ricollocare XM24 se non quel magazzino temporaneo dove conservare il materiale.

Ancora una volta è solo XM24 a proporre soluzioni reali. Da più di un mese infatti ribadiamo la nostra disponibilità a un trasferimento verso un’alternativa adeguata che garantisca la continuità delle attività. E anche in questa occasione abbiamo (ri)proposto quattro potenziali spazi alternativi, la maggior parte di proprietà pubblica. In uno di questi, direttamente, in tempi certi e senza soluzioni provvisorie, XM24 sarebbe disposto a traslocare evitando così lo sgombero.

La risposta dell’amministrazione alle nostre proposte è stata quanto mai fumosa: nessun impegno per uno spazio definitivo nell’immediato, nessuna mediazione per evitare lo sgombero coatto a cui sembra non vogliano rinunciare. Da parte loro solo un’ostinata dimostrazione di forza per necessità politica e senza alcuna reale urgenza tecnica: avete mai visto iniziare un cantiere ad agosto e senza che progetti definitivi siano stati presentati?

Lo sgombero aprirà una ferita insanabile in città per la vasta comunità di persone che attraversano XM24 ogni giorno e che in mille modi hanno dimostrato solidarietà allo spazio e alle sue forme di vita. Questo sgombero è uno schiaffo alla città antifascista, antirazzista, solidale, alla parte migliore di Bologna. Diciamolo con chiarezza: il Sindaco, questa Amministrazione, il PD, hanno fatto la loro scelta e la responsabilità di questa ferita ricadrà tutta ed esclusivamente su di loro.

Prepariamoci tutte e tutti a una giornata che avremmo voluto non arrivasse mai. Stravolgeremo le loro aspettative e i loro clichè come sempre abbiamo fatto: 17 anni di pazzie non possono essere fraintesi e sarà una risata che li seppellirà. Come il 29 giugno la nostra molteplice natura si esprimerà e chiunque desideri schierarsi potrà trovare il proprio spazio di lotta, con e per XM24 in una giornata di resistenza creativa nella quale sapremo esprimere la nostra irridente follia a chi ci vuol reprimere.

XM24 è nato e cresciuto grazie alla condivisione e alla contaminazione tra singoli individui, collettivi e progetti, creando una rete di relazioni cittadine, nazionali, internazionali e intergalattiche. La nostra comunità, sempre più grande perchè aperta, solidale e creativamente folle, è unita e determinata nell’intento di preservare spazi di libertà e nella battaglia per aprirne di nuovi.

È per questo che resistiamo e resisteremo contro il Nulla che avanza. Quel Nulla che oggi è alle porte.

La nostra storia infinita è quella di chi lotta contro gli oppressori in ogni angolo del mondo: non sarà uno sgombero a fermarci!

Fantàsia Antifascista, Spazio Pubblico Autogestito XM24

L’ANTIFASCISMO NON SI DELEGA, PRONTI AD ALZARE LA TESTA!
..MA SOPRATTUTTO.. MUOVIAMO IL CULO!

  • Cosa fare:
    • TUTTE LE MATTINE, alle 6:00 COLAZIONI RESISTENTI
    • TUTTA la giornata Piscina aperta autogestita
  • Metti il numero di telefono per sapere subito quando arriveranno le guardie: https://xm.bus.pm/
  • QUEL GIORNO accorri nei dintorni di XM e troverai il presidio; portati l’indispensabile per una lunga giornata: acqua, cibo, frutta, grancassa, pentole, travestimenti, glitter accecanti, occhiali da sole e tanta energia per fargliela sudare.
  • Se non puoi essere presente in strada: informati ed informa!

Tutte le informazioni le trovate sulla pagina:
https://www.autistici.org/xm24resiste/
http://www.ecn.org/xm24

Articolo dal blog dei WU Ming
https://www.wumingfoundation.com/giap/2019/07/la-giunta-merola-e-la-pelle-di-xm24-e-i-suoi-muri-di-wolf-bukowski/

e su Vice
https://www.vice.com/it/article/kzm493/bologna-street-art-xm24

I Commenti sono chiusi

Petizione per Xm24
Info sostanze

Artist in Action

Analisi sostanze
Cerca
Archivio