Archivi per la categoria ‘Interventi Lab57’

https://www.facebook.com/events/250269915545660/

Dalle 17.00
————————–—————–
MERCATINO CONTADINO BIOLOGICO
CampiAperti – Genuino Clandestino
https://www.facebook.com/CampiAperti/
————————–—————–

Dalle 20.00
CENA di AUTOFINANZIAMENTO per Olè Festival – Oltre l’editoria, offerta da Olè, ovviamente.

PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA DI Silvia Priska Benedetti:
“SCOPERTA LA VITA”
Fotografie riportate in xilografia su linoleum di prove di vita scoperta sugli 8 pianeti del sistema solare, piante velenose e misteriose nascoste fin’ora, dalle proprietà ancora inesplorate.

Dalle 20.30
PRESENTAZIONE E DIBATTITO DI “ONCE WERE RAVERS”
con l’autore PABLITO EL DRITO
a cura di Lab57 – Laboratorio Antiproibizionista Bologna
http://lab57.indivia.net/
Cronache da un vortice esistenziale
Da raver idealista a pusher. Un’avventura on the road, costellata da visioni lisergiche, episodi esilaranti e travagli introspettivi. http://www.agenziax.it/once-were-ravers/

Flyer di Silvia Priska Benedetti

LIVE DALLE 21.00
in collaborazione con il collettivo “BOLOGNA PUNX”:

Ferum – Doom/Death (Bologna-Modena)

PISCIOSANGUE – Punk Hardcore (Firenze)

Fierce⊙ – Post Metal / Post Hardcore (Trieste-Padova-Venezia)

Sarà presente un punto informativo del Lab57-Alchemica
http://lab57.indivia.net/chi-siamo/presentazione-breve-del-progetto/

//xmole.noblogs.org/
//lab57.indivia.net/
//www.ecn.org/xm24/

 


https://www.facebook.com/events/225450088221547/
www.osservatorioantipro.org

CANAPISA STREETPARADE 2018
SABATO 19 MAGGIO torna il carnevale antiproibizionista che da 18 anni inonda la città di Pisa con musica, gioia e giusta informazione

Partenza ore 16 da Piazza Sant’Antonio (Pisa)

 

Osservatorio Antiprobizionista-Canapisa crew
www.osservatorioantipro.org
canapisa@inventati.org

CANAPISA 2018
FINO ALLA FINE DEL MONDO PROIBIZIONISTA
Il proibizionismo è una scelta politica, un approccio ideologico, costoso e devastante, imposto a
livello globale dalle convenzioni dell’ONU, i cui nefasti effetti non ricadono solo sui consumatori
di sostanze ma sull’intera collettività.
Un “mondo senza droga” è pura utopia, la “guerra alla droga” un fallimento, il proibizionismo un
serial killer che, quando non uccide, limita le libertà personali, stravolgendo, in tutto il mondo, le
vite di intere comunità.
Il proibizionismo ha fallito persino nel principale obiettivo che si era prefissato: ridurre la
disponibilità e il consumo di sostanze ritenute illecite. Allo stesso tempo ha alimentato le tasche e il
potere di organizzazioni criminali e mafiose, e ha normalizzato, per la gioia delle multinazionali che
li vendono, l’uso di psicofarmaci non meno dannosi delle sostanze vietate, a partire dalla cannabis i
cui benefici sono di fatto negati persino ai pazienti cui spetterebbe di diritto.
L’unico evidente risultato raggiunto dalle politiche proibizioniste sono le decine di milioni di
persone che hanno riempito le carceri o sono state condannate a morte per droga (280 giustiziati
soltanto nel 2017), distruggendo così vite e intere famiglie.
Il proibizionismo è la principale causa di carcerazione nel pianeta, provoca il sovraffollamento dei
penitenziari con trattamenti disumani e vittime, imponenti blitz nelle scuole e nelle stazioni spesso
solo per qualche spinello, perdita del lavoro e della patente, suicidi e stigmatizzazione.
In Italia, il 43% dei detenuti è in carcere per violazione della legge sulle droghe, di cui il 79% per
cannabis, pianta che ricordiamo non ha mai ucciso nessuno, i cui benefici sono ormai riconosciuti
dalla comunità scientifica a livello mondiale. Nel 2016 sono aumentate del 17% anche le
segnalazioni amministrative con un vergognoso picco del +237% per i minorenni, chiaro tentativo
di uniformare e conformare gli stili di vita.
Le grandi contraddizioni del proibizionismo sono sotto gli occhi di tutti: si tollera e si concedono
deroghe per l’emissione nell’ambiente di sostanze inquinanti e velenose per esseri umani, animali e
vegetali, mentre c’è tolleranza zero per le persone che, con una scelta libera e individuale, usano
sostanze su loro stesse, venendo invece classificate come malati e criminali.
Dopo oltre mezzo secolo di scempi è arrivata l’ora di invertire la rotta. Come? Partendo da una
corretta informazione e dalla diffusione di buone pratiche, riducendo i rischi del consumo edepenalizzando il possesso il sostanze, mettendo così fine alla repressione, a favore del rispetto dei
diritti umani e individuali
Nei Paesi produttori, ostaggio di guerre e narcomafie, vanno poi adottati modelli alternativi, nel
rispetto delle culture e tradizioni dei popoli, dei loro diritti, della loro economia. In altre parole,
vanno cancellate le attuali politiche e strategie sulla droga, orientate dall’ideologia e dalla
convenienza politica, a favore di scelte pragmatiche e responsabili, basate sulla scienza, sulla salute,
sulla sicurezza e sui diritti umani
In tutto il mondo, infatti, diversi Stati hanno già intrapreso percorsi di depenalizzazione,
regolamentazione o legalizzazione del consumo di sostanze, sulla spinta di un numero sempre
maggiore di persone e organizzazioni, che chiedono a gran voce un cambio di paradigma a livello
globale
In Italia, il proibizionismo è nato nel periodo fascista ed è stato rilanciato dalla legge Jervolino-
Vassalli, resuscitata dopo l’incostituzionalità della norma più repressiva d’Europa, la Fini-
Giovanardi, che ha inciso sulle nostre vite per ben 8 anni.
Per contrastare questo braccio repressivo di decisioni calate dall’alto, nel 2012 è nata dal basso la
Rete Nazionale Antiproibizionista “La fine del mondo proibizionista”, frutto della precedente
esperienza del MDMA (Movimento di Massa Antiproibizionista). Ne è parte attiva anche
l’Osservatorio antiproibizionista-Canapisa crew, che organizza diversi momenti d’incontro,
approfondimento e discussione su questi temi, da 18 anni in piazza con la street parade Canapisa.
Anche quest’anno invaderemo in massa le strade della città, gioiosamente e a suon di musica per
rivendicare i diritti, nostri e di milioni di persone, finché la rotta non sarà invertita.
E continueremo a farlo, fino alla fine del mondo proibizionista.

CANAPISA STREETPARADE
SABATO 19 MAGGIO 2018
ORE 16 PIAZZA SANT’ANTONIO – PISA
CANAPISA,
MANIFESTAZIONE NAZIONALE ANTIPROIBIZIONISTA,
È ANTIPSICHIATRICA, ANTIFASCISTA, ANTISESSISTA E ANTIRAZZISTA

INFO STREET

Canapisa è una manifestazione politica antiproibizionista, che fa scendere in strada il dissenso attraverso la musica e varie espressioni artistiche. Una chiara e forte critica all’attuale regime
proibizionista, che massimizza i danni, personali e sociali, aumentando invece i profitti di
narcomafie e case farmaceutiche. Un tema scottante e di interesse collettivo, sul quale bisogna
abbandonare l’approccio ideologico a favore di politiche pragmatiche, per creare una cultura del
consumo critico e consapevole. L’inversione di rotta passa per la depenalizzazione del possesso e
dell’uso di sostanze, per l’autoproduzione e per la diffusione di politiche e pratiche di riduzione del
danno e del rischio.

Chiediamo quindi a tutt* di manifestare gioiosamente e festosamente, nel rispetto di alcune regole fondamentali:

– Solo i furgoni concordati in assemblea potranno partecipare alla street e accedere all’area di arrivo
(per gli stand del mercatino, che ci hanno contattato all’indirizzo canapisa@inventati.org
comunicando anche il numero di targa, l’appuntamento all’area dell’arrivo è alle ore 14)

– No vetro – no business – no pushers – no fasci
– Aiutaci a tenere pulita la strada, utilizza i cestini della spazzatura!
– L‘acqua sarà distribuita gratuitamente da ogni furgone
– Riduci il danno !!!… evita di bere superalcolici o fare mix pericolosi !!!
– Lungo il percorso della street saranno presenti 2 SERVIZI DI RIDUZIONE DEL DANNO, con
OPERATORI E MEDICI ai quali rivolgersi per eventuali malori o info

Segnatevi tutti questo numero: 3484987311 (in caso di malori chiamatelo !!!)
– Lasciate i cani a casa… stanno meglio lì !!! Ma se non avete alternative, occupatevi di loro,
FATELI BERE e TENETELI LONTANO DAL CAOS!
– La manifestazione terminerà alle ore 24: chiediamo di rispettare l’orario concordato e collaborare
nel liberare e ripulire l’area di arrivo

Canapisa è una manifestazione antifascista, antisessista e antirazzista!!!

PARTECIPA IN MODO CONSAPEVOLE: RISPETTA TE STESSO, GLI ALTRI, LA
CITTÀ E CIÒ CHE TI CIRCONDA, DIFENDI I TUOI DIRITTI E TIENI LONTANO CHI
NON RISPETTA TUTTI QUESTI PRINCIPI, SFRUTTANDO LA SITUAZIONE E
METTENDO A RISCHIO LA STREET !!!

COME ARRIVARE:
Meglio un treno o un mezzo pubblico, partiamo da una piazza a pochi metri dalla stazione !
Se venite in auto o in camper, è bene sapere che nell’area dell’arrivo possono accedere solo i
mezzi che partecipano alla street !
Per ripartire, l’ultimo treno per Firenze è alle 1:12, per Roma alle 1:38, per Milano e Torino alle
4:25
Non mettetevi alla guida in nottata, prima riposatevi !!!

PERCORSO
Concentramento ore 16 p.zza San’Antonio – viale Bonaini – Piazza Guerrazzi – via Sangallo –
Lungarno Fibonacci – Ponte dellaFortezza – Lungarno Buozzi – via del Borghetto – via Luschi – via
Gioberti – via Garibaldi – via Canavari (di fianco al carcere Don Bosco)
L’arrivo è previsto attorno alle ore 20 in un parco di fianco al carcere Don Bosco

Saremo lì per far sentire il nostro sostegno ai detenuti e alle vittime di queste leggi infami, ricordando a tutt* che è nostro interesse rispettare le esigenze dei reclusi.
Per questo vi
chiediamo di non creare tensioni che potrebbero avere conseguenze all’interno del carcere!
Al
nostro arrivo cercheremo di lanciare un forte messaggio a tutt* i detenut* e spegneremo la musica, solo per qualche minuto.

FACCIAMO SENTIRE FORTE LA NOSTRA VOCE !!!
PORTIAMO SOLIDARIETÀ ALLE VITTIME DEL PROIBIZIONISMO !!!

Per adesioni e maggiori informazioni:
www.osservatorioantipro.org
canapisa@inventati.org

>>  Il Lab57 sarà presente con la postazione chill-out , info point SOStanze, Primo Soccorso, analisi sostanze <<

 

https://boccaccio.noblogs.org/post/2018/03/20/vinyl-resistance-festival-2/

https://www.facebook.com/events/179121076037540/


VINYL RESISTANCE FESTIVAL

Electronic underground labels meeting
——————————————–
VENERDI 11 MAGGIO

Dalle ore 20

APERTURA STAND VINILI
per chi vuole cenare,
cibo vegan e pizza col forno a legna

Dalle ore 21

DISCUSSIONE APERTA
sulla produzione e distribuzione del vinile
in maniera indipendente, con :
Anna Bolena, Dan Hekate, Hyena, D. Blackqirex
a seguire i live
DAN HEKATE ( HEKATE / PRAXIS )
ANNA BOLENA ( IDROSCALO DISCHI )
CYBELE ( HEKATE / REXISTENZ )
HYENA ( REXISTENZ )
A034 ( REXISTENZ / SFORZESCO )
METHACKUS ( 2ND Ground )
———————————————
SABATO 12 MAGGIO

Dalle ore 15

APERTURA AREA STAND VINILI
cibo vegan e pizza forno colforno legna

Ore 16

WORKSHOP “Fondamenti di SINTESI”
fondamenti di sintesi
verranno introdotti tutti i concetti fondamentali per iniziare ad utilizzare consapevolmente i sintetizzatori.
i concetti di base verranno introdotti utilizzando un software modulare, gratuito, open-source e multipiattaforma (mac,win,linux): VCV RAC
Verranno in seguito forniti esempi di applicazioni pratiche con altri sintetizzatori in ambiente ableton live
si raccomanda di portare il proprio laptop e le proprie cuffie e di provvedere all’installazione di VCV rack e dei moduli di base
per poter così seguire il workshop mettendo subito in pratica le idee discusse
, a cura di HYENA (REXISTENZ)

Ore 17

INCONTRO/WORKSHOP “Power To The Underground”
Essere artisti o etichette indipendenti significa innanzitutto conoscere il funzionamento del mercato industriale, capirne le dinamiche e i pericoli, e poi produrre, distribuire e agire fuori dalle logiche mainstream.
CTRL e Analogic Density presentano un workshop/dibattito dedicato a chi vuole vivere di musica: una prima parte di carattere generale introdurrà la storia e le evoluzioni del mercato musicale, mentre la seconda entrerà nel dettaglio degli step necessari ad una corretta distribuzione della musica.
prima parte
1) breve storia del mercato musicale
2) i contratti discografici
4) Streaming vs Major Labels
5) A.I. e il futuro del mercato
seconda parte
1) iter messa in stampa di una release
1.1) linee guida per la compilazione di una liberatoria
2) richiesta licenza siae/bollini
3) moduli drm e label copy
4) costo medio bollini con autori non iscritti siae o con autori iscritti
5) arrivo/ritiro bollini + licenza e relativi riconoscimenti delle tracce come da label copy, a cura di CTRL / ANALOGIC DENSITY

Ore 18

PRESENTAZIOINE E ASCOLTO ULTIME USCITE di
BLACKQIREX REC, ROBOTIK REC, TROPICAL GIPSY REC
BRUTAL TOYS REC, FUNK REBELS REC

ore 21

Inizio dei djset e live
su due stage
suoneranno i rappresentanti delle labels partecipanti

BLACKQIREX
TEKITEAZY ( SHOCKRAVER )
TOTAL RESISTANCE ( 4Q )
TROPYCAL GIPSY
ACID ANONIMOUS ( KEV )
HAZARD UNITZ
ROBOTIK
PURE ANALOG
OVNIVOR
ANALOGIC DENSITY
MELTING BASS
BRUTAL TOYS
BLAME SOCIETY
FUNK REBELS
TROUBLEMAKERS
ELEKTRO ORGANISM
CTRL
51BEATS
FUME
DOZZER
ZERO KONTROL

LA TIME LINE PIU’ DETTAGLIATA VERRA’ PUBBLICATA APPENA POSSIBILE 🙂
…………………………………………………………………………………………..

Dalla serata di Sabato 12

>>  Il Lab57 sarà presente con la postazione chill-out , info point SOStanze, Primo Soccorso, etc…<<

DURANTE TUTTA LA DURATA DEL FESTIVAL
CI SARA’ CIBO VEGAN, PIZZA COL FORNO A LEGNA E BIRRA A FIUMI…
VI CONSIGLIAMO DI VENIRE PRESTO E PARTECIPARE ALLE INIZIATIVE CHE SONO MOLTO INTERESSANTI E UTILI.

🙂

INGRESSO A SOTTOSCRIZIONE

Sabato 12 Maggio
dalle ore 17.00
Spazio Pubblico Autogestito Xm24
Via Fioravanti 24, Bologna
https://www.facebook.com/events/1984718711844863/

Convivio

Durante l’incontro verranno presentati, con la presenza degli autori:

Proiezione di :

“Où passa Lapassade”, 2018, 70′,
Elzéard Image, Société Internationale d’Ethnographie
(Traduzione in italiano di Salvatore Panu, montaggio sottotitoli di Davide Montecchi)

Film di Luc Blanchard e Rose-Marie Bouvet, membri dell’associazione di ricerca francese SIE in collaborazione con Patrick Boumard (Università di Brest).
Saranno presenti Patrick Boumard e Rose-Marie Bouvet.

Il docufilm su Georges Lapassade è stato realizzato nel 2017 seguendolo nei suoi spostamenti tra la Francia, l’Italia ed il Marocco, luoghi che avevano costituito il fertile terreno per lo sviluppo del suo pensiero, ed incontrando le persone che hanno collaborato con lui e che hanno avuto modo di far parte del suo percorso di vita.

Presentazione in anteprima di:

“Psychosocianalyse d’un nœud d’interites, Sur les traces de Georges Lapassade et Pietro Fumarola”.
Libro scritto qualche mese fa da Remi Hess (Università Paris 8) per questa occasione di prossima pubblicazione in italiano per Sensibili alle Foglie.

Hanno annunciato la loro partecipazione:

Patrick Boumard (Università di Brest, Société Européenne d’Ethnographie de l’Education)
Rose-Marie Bouvet (Regista del film-documentario, Brest)
Remi Hess (Autore del libro, Università Paris 8)
Lucette Colin, Charlotte Hess, Louise Paltrinieri, Valentin Schapelynck, Jacky Lafortune,
Giusi Lumare (Università Paris 8)
Renato Curcio (Sensibili alle Foglie, Roma),
Roberto De Angelis (Università La Sapienza, Roma), Luigi De Franco (Antropologo, Roma)
Leonardo Montecchi (Scuola di Prevenzione J. Bleger, psichiatra e psicoterapeuta, Rimini)
Gianni De Giuli, Roberto Panzacchi e Raffaele Ranni (Formatori, Bologna)
Massimo Lorenzani Lab57 – Alchemica (Laboratorio Antiproibizionista Bologna – 20 anni)
Rosario Picciolo, Rosella Chirizzi (Livello 57, Bologna),
Avv. Elia De Caro – Antigone Emilia Romagna . (Livello 57),
Sandra De Giuli (Regista-documentarista, Bologna)
Noemi Bermani – Atelierista e Giovanna Artale – Musicoterapeuta (cofondatrici del Telefono Viola, Bologna)
Franco Berardi “Bifo” (Libero pensatore, Bologna),
Daniele Gasparinetti (Damsterdamned, Link-Project, Xing, Bologna)

Salvatore Panu (Promotore dell’iniziativa insieme al LAB57, all’XM24 e a tutti i partecipanti)

La partecipazione al convivio è libera, l’iniziativa è completamente gratuita e autofinanziata per cui se hai la possibilità di ospitare qualcuno dei convitati che verranno da fuori Bologna o di dare una mano nell’organizzazione della cucina o di portare qualcosa da bere e/o da mangiare insieme durante la serata del convivio, ve ne saremo grati.
Salvatore Panu, e-mail: torepanu@tiscali.it


Il 10 maggio sarebbe stato il compleanno di Georges Lapassade (1924-2008). Nella notte del 12 gennaio 2018 ci ha lasciato Piero Fumarola, sociologo dell’Università degli Studi di Lecce che ha accompagnato Georges in numerose ricerche sul campo. Fu proprio grazie a Piero che alcuni di noi conobbero Georges quando giravano nelle università italiane in transe occupate dal movimento della Pantera. Dieci anni fa organizzammo proprio all’XM24 un incontro simile che fu molto partecipato.

Che eredità ci hanno lasciato? L’idea è di trovare il tempo e il piacere di incontrarsi con un gruppo di persone che possono condividere le esperienze intense vissute con Georges Lapassade e Piero Fumarola. Oltre alle numerose pubblicazioni, i viaggi e gli interventi effettuati insieme, le loro esistenze tracciano una comunità eterogenea, diffusa dal Sud al Nord Italia, che può incontrarsi, scoprire e sviluppare profonde affinità elettive. Abbiamo un forte desiderio di riflettere insieme sulle pratiche e sul pensiero di Georges Lapassade e Piero Fumarola, dunque stiamo organizzando, con l’aiuto degli altri “bolognesi” che li hanno conosciuti, questo secondo convivio.

L’incontro vedrà quindi in prevalenza convitati e non un pubblico convegnistico classicamente inteso in maniera accademica. Chiunque voglia partecipare è invitato a contattarci. Non si tratta quindi di una commemorazione, se non nel senso stretto del ricordare insieme. Naturalmente l’invito si può estendere ad altre persone che voi conoscete e che pensate possano essere interessate vivamente a partecipare. Aspettiamo vostre proposte, contributi teorici, adesioni, collaborazioni pratiche all’organizzazione dell’iniziativa e per l’ospitalità dei convitati che verranno da fuori Bologna.

Per partecipare e dare contributi di qualsiasi genere all’iniziativa scrivere a:
Salvatore Panu, e-mail: torepanu@tiscali.it


Georges Lapassade (Arbus, 10 maggio 1924 – Stains, 30 luglio 2008), filosofo e sociologo francese che si occupò di psicosociologia, di etnologia, di pedagogia e di analisi delle istituzioni.
Fondò l’Analisi istituzionale e si interessò di pedagogia istituzionale, intese come discipline capaci di fare emergere l’inconscio dei gruppi nelle istituzioni proponendosi così di favorire un cambiamento generale nelle modalità relazionali esistenti al loro interno, aprendo dunque il campo alla dimensione politica: “Se l’uomo vuole essere soggetto, attore cosciente della sua storia deve analizzare le istituzioni dalle quali dipende, per analizzare le istituzioni che lo attraversano e trovare nell’azione di gruppo una via d’uscita all’atomizzazione burocratica della quale è vittima
Ma si occupò anche di pedagogia istituzionale, ovvero della trasmissione delle informazioni e della conoscenza, sfondo del processo educativo, all’interno delle istituzioni: contro una pedagogia definita autoritaria, in virtù della trasmissione unilaterale e forzata delle informazioni dall’alto in basso, propose il concetto di autogestione pedagogica, focalizzando l’attenzione sugli aspetti di azione contro i condizionamenti e, in definitiva, la violenza dei sistemi istituzionali (a questo proposito in particolar modo analizzò l’istituzione scolastica), sia sul piano della prassi didattica, sia sul piano, più in generale, dei rapporti sociali.
Nella seconda parte della vita si dedicò prevalentemente agli stati modificati di coscienza, interessandosi, nella sua lunga carriera di ricercatore, alle culture nordafricane e afroamericane, facendo particolare riferimento ai temi della dissociazione e della trance.
Celebre compagno di viaggio del Livello57, autore di “Dallo sciamano al raver. Saggio sulla transe ,(2008), soffriva d’insufficienza renale grave e quando veniva in Italia era sempre in dialisi ma voleva assolutamente partecipare alle fasi preparatorie della “STREET RAVE PARADE ANTIPROIBIZIONISTA”.
Nel docu-film “Siamo Fatti così”, 2003, prodotto da e Livello57 e M.D.M.A. – Movimento di Massa Antiproibizionista ,gli chiedemmo cosa fosse la riduzione del danno e lui rispose così:
…al minuto 6
https://www.youtube.com/watch?v=xk6K0jvOKtk

Fragments d’un maître

Petit essai sur l’inachèvement d’une relation pédagogique

http://georgeslapassade.blogspot.com/

SABATO 5 MAGGIO 2018
dalle ore 16
eXploit – Via Largo Pontecorvo, 2 – Pisa

L’Osservatorio antiproibizionista-Canapisa Crew invita tutte le realtà interessate a partecipare alla prossima Assemblea nazionale delle Rete Nazionale Antiproibizionista, stavolta in programma a Pisa, sabato 5 maggio dalle ore 16 al Polo didattico Porta Nuova (Via Padre Bruno Fedi)

Un “mondo senza droga” si è dimostrato essere pura utopia, la “guerra alla droga” un fallimento, il proibizionismo un serial killer che, quando non uccide, limita le libertà personali stravolgendo le vite di intere comunità

Dopo oltre mezzo secolo di politiche repressive sulla pelle dei consumatori, rivelatesi costose, inutili, fallimentari e senza alcun beneficio reale per l’intera società, è arrivata l’ora di invertire la rotta

Come? Partendo da una corretta informazione e dalla diffusione di buone pratiche, riducendo i rischi del consumo e depenalizzando il possesso di sostanze, mettendo così fine alla repressione, a favore del rispetto dei diritti umani e delle libertà individuali

L’Assemblea nazionale della Rete continua ad essere un momento di incontro e confronto, per condividere esperienze e pratiche, con l’obiettivo di determinare un cambiamento, cancellando ciò che non funziona, alla ricerca di alternative valide e pragmatiche

La Rete Nazionale Antiproibizionista nasce dal basso nel 2012, sulla base dell’esperienza delle precedenti Rete Mdma (Movimento di Massa Antiproibizionista) e Dipende da Noi, mettendo insieme collettivi, movimenti e associazioni, proprio con l’obiettivo di superare le attuali politiche proibizioniste e repressive.

 

COMUNICATO URGENTE
ASSEMBLEA NAZIONALE ANTIPROIBIZIONISTA
SABATO 5 MAGGIO ORE 16
eXploit ex-Aula Seminari Dipartimento di Matematica
Largo Bruno Pontecorvo, 2
Pisa

Come molti di voi sapranno, l’Osservatorio antiproibizionista – Canapisa Crew, ha convocato un’assemblea della Rete nazionale antiproibizionista, aperta a tutti gli interessati, per sabato 5 maggio presso il Polo didattico Porta Nuova dell’università di Pisa.

Alle 14:20 di venerdì 4, l’università ha comunicato, via mail agli studenti che da tempo avevano richiesto l’aula, l’indisponibilità del Rettore Prof. Paolo Maria Mancarella, a concederla per lo “svolgimento di una assemblea nazionale”.

Ci preme fare alcune considerazioni in merito a questa vicenda che crediamo essere solo l’ennesimo attacco alla nostra attività politica, mirato all’oscurantismo e alla non condivisione dei saperi, così come il proibizionismo globale tenta di fare sulle nostre vita da oltre mezzo secolo.

La prima valutazione riguarda la modalità e i tempi di comunicazione del divieto: ricevere una mail alle 14:20 di venerdì, cioè 10 minuti prima della chiusura degli uffici del rettorato fino al lunedì successivo, per noi significa solo spegnere sul nascere qualsiasi possibilità di confronto, imponendoci un diktat dall’alto dei palazzi del potere. I signori hanno così deciso e noi dovremmo sottostare a queste ingiustificate imposizioni.
In secondo luogo, ci sembra davvero vergognoso che proprio l’università, che dovrebbe essere luogo deputato alla trasmissione e alla condivisione dei saperi, neghi, ad un gruppo di studenti, la possibilità di concretizzare un momento di grande scambio di informazioni, quale sarebbe stata l’assemblea nazionale che vede il coinvolgimento di tante realtà provenienti da diverse città italiane che da anni si occupano di antiproibizionismo.
Ecco che anche in questo caso si rende esplicita la logica proibizionista che non solo vuole imporci determinati stili di vita ma vuole anche impedire la circolazione e la diffusione di alcune informazioni, proprio quelle troppo scomode per la classe politica e dirigente, così come per i baroni che popolano le università, due facce della stessa dispotica medaglia, in continua collusione tra loro pur di mantenere inalterati privilegi e status quo.

Ovviamente il tutto sulle spalle di chi, invece, vorrebbe rompere questo meccanismo anche attraverso iniziative all’interno dell’università, luogo pubblico, che se davvero mira ad una formazione di alto livello degli studenti, non può esimersi dall’apertura al confronto, al sapere e alle idee.

Per tutti questi motivi, non intendiamo affatto rinunciare allo svolgimento dell’assemblea nazionale antiproibizionista che, così come stabilito, si terrà a Pisa, sabato 5 maggio dalle ore 16, presso eXploit, aula studio occupata autogestita del dipartimento di matematica, vero luogo dove i saperi circolano, si incontrano e si contaminano.
L’università che vorremmo.

Osservatorio antipro – CanapisaCrew

 

 

https://www.facebook.com/events/776581629215809/
http://www.ecn.org/xm24/evento/ti-attaccato-papilloma-hpv-amenita/

✦ TI HO ATTACCATO IL PAPILLOMA ✦
di HPV ed altre AmenitàGIOVEDÌ 26 APRILE ’18 ● XM24► DALLE ORE 18

1. Presentazione dell’incontro e introduzione partecipanti;

2. Analisi dell’HPV dal punto di vista clinico: cause, sintomi, ceppi innocui e ceppi pericolosi, evoluzione, rischio di contagio;

3. Prevenzione, cura, controlli, tipi di intervento;

4. Questione vaccino;

5. Testimonianze;

6. Divulgazione di informazioni e contatti utili, a chi rivolgersi per chiedere aiuto;

7. Discussione.

◇ Il Lab57 sarà presente con la postazione  info-point SOStanze e analisi sostanze

http://www.ecn.org/xm24/evento/ti-attaccato-papilloma-hpv-amenita/

>>  Il Lab57 sarà presente con la postazione chill-out , info point SOStanze, Primo Soccorso, analisi sostanze <<

 

https://www.facebook.com/events/103903870461170/

Giovedì 29 marzo Xm24
H20.00 “La battaglia di Cable Street – La disfatta delle camicie nere inglesi e la nascita dell’antifascismo militante europeo.” Ne parliamo con Silvio Antonini – Redstar Press e Infoshock Xm24
H21.00 cena popolare a cura del collettivo antipsichiatrico Altrementi – Xm24
H22.00 Void Forger [anarchist metal/crust/sludge Romania]
Human Host Body [anarchist crust/sludge Slovenia]
Statis [crust-core Modena e Bologna]

***

Domenica 8 aprile
STRADA PARTIGIANA
Parco della Zucca
H14.30 Passeggiata antifascista in Bolognina: luoghi, storie e canzoni partigiane

Xm24
H18.00 “Mappa Interattiva Antifascista e il Libro Bianco sulle aggressioni fasciste”. Ne parliamo con www.ecn.org/antifa e WuMing1
H20.00 Cena a cura del collettivo Circonfusi – Xm24
H21.00 La BaLotta Continua [Militant Ska Bologna]

***

Gioved’ 12 aprile
Xm24
H19.00 “Emilia Antifa” dossier di monitoraggio sui fascismi nei territori di Bologna, Carpi, Reggio Emilia e Modena. Ne parliamo con Rete Emilia Antifascista
H20.00 Pizzata benefit a cura di OLÉ – oltre l’editoria
H21.00 Bologna Elettrica preview Delmore FX – Jealousy Party – Dj Balli

***

Domenica 15 aprile
CATERINA LA RACCATTACANZONI
Xm24
H16.00 Laboratorio sui canti sociali di Caterina Bueno con Tore Panu
H18.00 Presentazione del documentario “Caterina” (inedito) di Francesco Corsi e incontro col regista
H20.00 Cena e canti sociali

***

Giovedì 19 aprile
Xm24
H19.30 Presentazione della rete “Campagne in Lotta”
H20.00 Cena Sociale a cura di SIM – Xm24 e benefit Rete Campagne in Lotta
H21.00 “Fascismo e Sessismo: le politiche sociali che Forza Nuova riserva alle donne”. Ne parliamo con il Collettivo Femminista Mujeres Libres Bologna.
A seguire aggiornamenti sull’esperienza di contrasto all’azione dei gruppi cattolici. Ne parliamo con la rete @“Stop agli integralisti cattolici e ai neofascisti”

***

Venerdì 20 aprile
Xm24
H19.00 Malco [Mix] / Still Life – Reading a due voci, di Adriano Padua e Lorenzo Mari
H20.00 cena a cura del collettivo Eat the Rich – Xm24
H21.00 ANTIFASCISMO E’ RESISTENZA OGGI ne parliamo con Claudia Pinelli e le MadriPerRomaCittàAperta, modera Alessandro Cannella – Radio città Fujiko
H23.00 Les Fauves Trio [Gipsy Jazz Speed Manouche]

***

Sabato 21 aprile
Piazza dell’Unità
H17.30 Presentazione di “Fionda arma semplice 4meno1” , incursioni artistiche e live printinga cura della Serixm – Xm24

Xm24
H19.00 Presentazione del fumetto “De core” con Aladin
(Roma)
H20.00 cena sociale
H21.00 in collaborazione con PERCHE’ NO – # MAI PIU’ FASCISMI : Tommaso Aicardi [cantautore]
Francesco Beni [cantautore] Gattini Hardcore [Punk
HC] Blue Rays & Alfa [Massive Recordz Rap] River’s
End [Alternative Rock] e EMILY Collettivo Musicale
[Antifa Folk Rock da Parma]

***

Domenica 22 aprile
LIBERAZIONE A COLORI
Piazza dei colori
H10.00 In occasione della Domenicata Antifascista organizzata da Campi Aperti e dalle associazioni della piazza dei colori, saremo in piazza con :
H14.00 allenamenti collettivi di pugilato e di tessuti aerei a cura dei collettivi Palestra Popolare Stevenson e Circonfusi – Xm24

___

MERCOLEDI’ 25 APRILE

CORTEO ANTIFASCISTA
CITTADINO

H 10.00 partenza dalla Rotonda Domenico “Dodi” Maracino

Circolo Island
Strada vicinale del Bellocchio, Perugia

*#*#*BENEFIT PARTY ADT – CRX – Lab57 – Laboratorio Antiproibizionista Bologna*#*#*
http://lab57.indivia.net/

Siamo tornati! Di nuovo! Sempre rigorosamente al circolino per portare un altro po di movimento a pg city.
Niente da dire se non venitece, supportate noi, il crx, il lab e qualsiasi forma di arte chiunque voglia esprimere.
Ah e lasciate l’offertina che ve famo sempre ballà e non ve famo mai pagà nienteee.

FROM 22 TILL …

///LINE UP\\\
– Luca Dj set
– Tomtom Live set
– Choked Live set
– Piro Live set
– Askech&Vips Vynil set
– Secco dj set

_Ingresso a offerta libera (l’offerta non è obbligatoria)_

_Area chill out by LAB57_
»» Il Lab57 sarà presente con la postazione chill-out , info point SOStanze, Primo Soccorso.

Lab57-Alchemica è un progetto che si propone di fornire supporto informativo ascolto psicologico e punto di primo soccorso per evitare le conseguenze dannose provocate dall’abuso di sostanze psicoattive legali ed illegali o più in generale causate da comportamenti e stili vita a rischio.

Lab57-Alchemica non condanna né incoraggia in nessun modo l’ uso di sostanze psicoattive, ma si impegna da sempre nella libera ricerca di informazioni affidabili e non pregiudiziali in quanto ritiene che solo un uso consapevole possa prevenire i rischi, ridurre i danni e contenere gli abusi stimolando lo sviluppo di una coscienza critica rispetto alle scelte di vita e di auto-gestione del proprio tempo.

http://lab57.indivia.net/chi-siamo/presentazione-breve-del-progetto/

Un grazie speciale al Circolo Island che ci da disponibilità per queste serate e non solo (dato che gli rompiamo le balle everyday)! e anche al lab57 per l’area chill out e tanto altro

SI RACCOMANDA DI EVITARE DI FARE TROPPO CASINO NEL PARCHEGGIO PER NON FARE ARRIVARE I CATTIVI GRAZIE

***Prima della serata saranno proiettate delle puntate del “manuale del teknuso”, accorrete che vi torneranno utili 😉 ***

https://www.facebook.com/AnimalzOfDeliriumTribe/

 


http://www.ecn.org/xm24/evento/bologna-elettrica-2/
https://www.facebook.com/events/2061300744139046/

Sabato 14 Aprile, 2018
XM24 – via Fioravanti n.24, Bologna

40 Artisti | 3 Stages | Workshops | Performances | Distro | Labels | Vinyls | DIY | Merchandising Area

Bologna Elettrica è un festival di musica elettronica e sperimentale DIY che ha l’intenzione di connettere le varie realtà dell’underground musicale cittadino. Un’occasione di contatto, di condivisione e di supporto tra etichette, produttori e cultori. Questo a XM24, luogo simbolo di condivisione, interazione, integrazione.

L’evento ha anche l’intenzione di intervenire nella discussione su questo tipo di spazio indispensabile e necessario per la città. Un tentativo basato sull’esigenza di creare un collegamento diretto, uno scambio di informazioni dal basso che consenta di crescere insieme all’interno del contesto collettivo.

Il festival ha modo di esistere grazie al contributo di etichette, musicisti, fonici, cuochi, bigliettai, galoppini e falegnami: un gruppo di amici in costante espansione che ha voglia di sbattersi per un intento comune.

ENG:

Bologna Elettrica is a DIY electronic and experimental music festival with the aim to connect the different realities of the urban underground. It is an occasion for sharing, contact and support between labels, producers and enthusiasts in the historical context of XM24, a place symbolising community, interaction and integration. Bologna Elettrica is an attempt based on the need to create a community, a direct link, an exchange of information from the bottom to the up that could allow to develop together in a collective context.

▓ TIMETABLE ▓
▓▓▓▓▓▓▓▓▓▓

▓ MAIN STAGE:

14:00 – 16:30 ◇ Workshop – fabbricare un pedale effetto a cura di Cyclone Devices
16:30 – 19:00 ◇ Performances

20:00 NO DANCE (Vincenzo Vasi & Lullo Mosso)
21:00 Black Saagan (Maple Death Records)
22:00 Vertex
23:00 AMBASSADORS
24:00 E L I O (Marguerite Records, sakskobing)

◇ DJ SETS
00:45 El Putiferio
02:15 Wilkins
03:30 .. 5:00 Bennet b2b Nema

▓ SALA BUNKER:

14:00 – 16:00 Sala Bunker – Workshop – assemblare un synth eurorack a cura di aigor
16:00 – 18:00 Sala Bunker – Workshop – Introduzione a Pure Data a cura di Valerio Maiolo

◇ LIVES SALA BUNKER
19:00 CONGEDO elettronica, spoken word, free jazz
19:30 Filtro (dokuro rec, Upside Down Recordings)
20:00 Vertaliot (moho.xyz)
20:30 William Simone/ Davide Bartolomei (Communion)
21:00 So Beast (The Amazing SupernaToural)
21:30 Ldgu
22:00 PRESENTE
22:30 Emanuel Hendriks
23:00 Njordzitrone
23:30 Spong-X (Switch Music Recordings)
00:00 YOG’TZE (labellascheggia)
00:30 Bartolomeo Sailer plays at the Dead Asshole Rave (Random Numbers)
01:00 Bk Bostik liveSet “505 al quadrato/o18” (tribalismindustriali/CPo1)
01:30 Jacopo Bacci (fratto 9)
02:15 Simone Altavilla (Transition Lab Recordings, Freitag Dots)
03:30 .. 5:00 Flavio Deff dj set

▓ OUTDOOR:
16:00 Bist (Noisybeat Extended)
17:30 Paolo Iocca (RA-1)
19:00 nnls(Dusky Adriatic)
20:30 DLQ team (Dancing Like Quagmire)
22:00 Flavio Deff (Electronic Waves)
23:00 Wormhole (Noisybeat Extended)

 

◇ Il Lab57 sarà presente con la postazione chill-out , info point SOStanze, Primo Soccorso, analisi sostanze

◇ Vegan Food

Cerca
Archivio