http://www.ecn.org/xm24/evento/fiestascioperofemministaglobale/

Per tutta la giornata saremo allo Sciopero femminista globale: 8 Marzo a Bologna
https://www.facebook.com/events/343271459730182/

e a seguire:

la Collettiva Elettronika presenta il

L I V E delle OPAOPA

bio
OpaOpa aka Invasioni Balcaniche è nat* nel 2011 dall’incontro della poeta/performer Jonida Prifti (Albania) e della musicista/compositrice Iva Stanisic (Serbia).
Jonida e Iva, artiste e musiciste, passando per i 360 gradi e ritorno, frequentano gli ambienti romani più sconsiderati e iniziano ad architettare il loro progetto musicale fatto di basi elettro punk, una spruzzata di techno, turbo folk post Tito, new wave slava, un paio di once di synth pop, e abbondanti scorte di rakija, tipico distillato dei paesi balcanici.
Nel 2015, decidono di produrre brani propri ispirandosi alle sonorità dei loro paesi e iniziano a esibirsi live sotto il nome di OPA OPA in diversi festival o eventi musicali come ad esempio: “Kiss&Go” (Istituto Svizzero), “Villa Ada Incontra il Mondo”, “Santarcangelo Fest”, “Ex Dogana” “Short Theatre”, “Giardini Luzzati”, “Ostia Palusa”, “Gender Party” , “Fanfulla”, “30 Formiche” etc. Sono state intervistate da “Vice Italia – Noisey”, “Vice Serbia – Turbotronik”, “Post Pravda” (Dublino), “Termini TV”, (Roma), “Top Channel” (Tirana), per la rivista cartacea albanese “Mapo Madame” ect.
Arrivano in Italia rispettivamente nel 1993 e 2001 in seguito agli avvenimenti storici dei loro paesi (guerra in Yugoslavia e guerra civile in Albania).
Il senso del progetto è giocare sulle ambiguità e i malintesi che ci sono storicamente e culturalmente tra i due paesi d’origine, ma allo stesso tempo sulle similitudini dell’arte e degli usi e costumi. Cercano di ironizzare sulla condizione da immigrate e l’impatto con la cultura italiana. I deliri delle Opa Opa, sparati in faccia e disseminati per la pista da ballo, parlano dei luoghi comuni che circondano le ragazze che vengono dall’Est Europa, frullati a velocità einsteniana per non farti riflettere troppo e continuare con la rakija o raki.
https://www.youtube.com/watch?v=g1jO_C-MXs8
“Kultural Impakt” tratta dell’impatto con una nuova realtà, dove a volte è difficile comprendersi a causa delle differenze linguistiche, culturali e sociali. L’idea principale del video è quella di rappresentare persone di diverse nazionalità che vivono in Italia.
Sono protagoniste anche nel documentario “Linfa” di Carlotta Cerquetti, presentato al “Festival del Cinema di Roma” nel 2018. Il film tratta della scena underground femminile di roma est.

Balleremo e canteremo sulle note Elettronike della Collettiva

Super Soft Sound Djas
Kinda
Trippy
Elettra Irregolare
Alyz_Ki

in un luogo che non DEVE mancare alla città, al quartiere e alla collettività: Xm24

(no) Expo Diy Banchetta

Non saranno benvenut* comportamenti sessisti, xenofobi, omotransfobici e specisti.

#smashthepatriarchy
#machofreezone

Lascia un Commento

Cerca
Archivio