Che cos’è?

La ketamina è un anestetico usato negli interventi chirurgici su umani e animali, ma a dosi inferiori viene usata per scopi ricreativi e psichedelici.
La ketamina si trova nel mercato illegale sia in polvere da sniffare sia in liquido da iniettare o ingoiare. L’iniezione intramuscolo di ketamina e l’ingestione aumentano i rischi d’uso e overdose di questa sostanza.


Effetti e dosaggi

La ketamina sniffata impiega circa 10/15 minuti a salire e l’effetto dura per circa un’ora, anche di più se prima hai assunto  sostanze eccitanti. La “K” ha un effetto dissociativo, introspettivo e allucinogeno. Gli effetti dipendono dal dosaggio e dalla tolleranza sviluppata dal proprio organismo.
Per evitare pericolosi collassi alla prima esperienza non sniffare più di una riga lunga 1 centimetro e larga 1 millimetro e aspetta almeno 1 ora prima di riassumerla. Già a dosaggi bassi si verificano problemi di equilibrio, eccessiva salivazione e secrezione mucose nasali, insensibilità al dolore e  nausea,  mentre a dosaggi alti la “K” produce una forte e pressoché totale dissociazione della mente dal corpo,il cosiddetto K-hole, in questi casi potresti avere difficoltà a muoverti e svenire improvvisamente soffrendo particolarmente il freddo o il caldo senza poter reagire in alcun modo (pericolo di ipotermia o ipertermia).


I rischi

Depressione respiratoria(respiro lento e affannoso):  è causata  da alti dosaggi di K e mix con alcool, eroina, oppiacei, Ghb, farmaci sedativi e/o ipnotici; non dimenticare che un’overdose di ketamina può essere fatale;

Crisi di panico – Bad Trip (battito cardiaco accelerato, senso di soffocamento, etc..): causata da alti dosaggi e mix (Lsd), i forti effetti dissociativi possono portare a un’esperienza traumatica con problemi psicologici prolungati anche dopo la discesa degli effetti.

Incidenti: la mancanza di equilibrio e l’effetto anestetico possono far sottovalutare contusioni o ferite, prima chiedi ad un amico che ti tenga d’occhio finché non svanisce l’effetto;

Aumento della pressione arteriosa: si sconsiglia la K a chi soffre di ipertensione(pressione alta) e cardiopatie.

Danni a lungo termine: col tempo si sviluppa una forte tolleranza alla K, cioè per avere lo stesso effetto servono dosi sempre più alte e frequenti di K. L’uso prolungato, già dopo pochi mesi, può portare a gravi scompensi psichici, paranoie, depressione, sbalzi violenti di umore, temporanee paralisi e/o insensibilità agli arti, irregolarità o blocco del ciclo nelle donne, infezioni e sanguinamenti alle vie urinarie.


Precauzioni

1.   Cerca di assumere la ketamina in compagnia di persone di cui ti fidi e dove non sia richiesta coordinazione motoria: NON guidare, accendere un fuoco, usare un coltello, fare il bagno al mare, fiume o in un vasca da bagno: potresti annegare !!

2.   Attento ai mix !!!
K + alcool, eroina, oppiacei, farmaci sedativi e/o ipnotici, GHB (e altre sostanze che deprimono il sistema
respiratorio): grave rischio di morte per arresto respiratorio;
K + MDMA(ecstasy): aumenta molto il rischio di overdose mortale di MDMA (ipertermia maligna);
K + cocaina può causare crisi convulsive e gravi scompensi cardiaci;
K + Lsd
: provoca grave dissociazione allucinatoria e aumenta rischio di Bad Trip.

3.   Hiv e K: Assumere K + Norvir o Ritonavir (farmaci per curare l’Hiv) può portare ad un epatite chimica.
Qualsiasi sostanza(alcool, K, etc..) che stressa il fegato può essere un problema grave per le persone con Hiv.

4.   E’ consigliabile essere a stomaco vuoto quando si usa K poiché spesso provoca nausea e vomito.

5.   Per sniffare la ketamina usa sempre la tua cannuccia o rischi di contrarre gravi infezioni e malattie (Epatiti).

Come riconoscere e aiutare chi è sotto l’effetto di una forte dose di ketamina (il cosiddetto K-hole)? 

Se è incosciente, mettilo subito in posizione laterale di sicurezza, controlla poi le pupille: dimensione normale, poco reattive agli stimoli luminosi e si muovono a scatti repentini orizzontali, il caratteristico nistagmo (foto).
Se la respirazione diventa irregolare e/o la temperatura corporea è più alta o più bassa del normale, chiedi subito aiuto e chiama il 118, potrebbe trattarsi di un mix pericoloso!!!

 

LA LEGGE

Art. 73 DPR 309/90
Chiunque coltiva, produce, fabbrica, estrae, raffina, vende, offre o mette in vendita, cede o riceve, a qualsiasi titolo, distribuisce, commercia, acquista, trasporta, esporta, importa, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo o comunque illecitamente detiene sostanze stupefacenti o psicotrope definite “pesanti” ( tabelle I e III)  con la reclusione da 8 a 20 anni e con la multa da 25.822258.228 €.
La normativa in vigore prevede, inoltre, per i fatti di “lieve entità”, la reclusione da 6 mesi a 4 anni e una multa da 1.032 a 10.329 €.

Art. 75 DPR 309/90
Il possesso di sostanza stupefacente per uso personale non è considerato reato, ma è sanzionato in via amministrativa per un periodo da 1 mese a 1 anno(*) con la sospensione o il divieto di conseguire uno o più dei seguenti documenti:
– patente di guida( *da 1 mese a 3 anni)
– licenza di porto d’armi
– passaporto e ogni altro documento equipollente
– permesso di soggiorno per motivi di turismo

Per stabilire l’effettiva violazione del codice, la sostanza viene confiscata e mandata ad un laboratorio di analisi per verificarne la qualità e determinare la quantità di principio attivo .

Nel caso in cui la persona, al momento dell’accertamento abbia la disponibilità immediata di un veicolo a motore (cioè stia guidando all’atto del controllo) la norma prevede il ritiro immediato della patente per 30 giorni.
In caso di minorenni, vengono avvisati i genitori.
In alternativa è possibile seguire un programma terapeutico socio-riabilitativo presso il Sert di residenza. se ha esito positivo si ha la revoca delle sanzioni amministrative ( alcune prefetture sospendono il procedimento e ad esito positivo lo archiviano).