CHE COS’È?
Lo speed si presenta sotto forma di polvere (di solito bianca, ma a volte anche rosa o gialla) o cristalli. “Normalmente” contiene amfetamine sintetiche (amfetamine o vari derivati amfetaminici, raramente metamfetamine), psicostimolanti proibiti per legge che appartengono alla famiglia delle fenetilamine (che comprende anche ecstasy, 2CB, DOB,…). Lo speed è spesso tagliato con eccipienti o sostanze eccitanti (come la caffeina). Lo speed si può:
1. mangiare: sottoforma di polvere avvolta in una cartina, perché può danneggiare i denti, le mucose di bocca e stomaco.
2. sniffare: è il metodo più diffuso. Bisogna però stare attenti a non passarsi le cannucce a causa del rischio di trasmissione dell’epatite.
3. iniettare: è il metodo più rischioso e dannoso per il sistema nervoso centrale e cardiocircolatorio (si rischia l’overdose e la trasmissione di AIDS e EPATITI).

EFFETTI
I tempi e i modi della salita variano di molto a seconda del tipo di assunzione: se ingerito, gli effetti compaiono dopo mezz’ora, un’ora al massimo; se sniffato bisogna aspettare non più di qualche minuto; mentre la salita è immediata se lo si fuma o inietta. Gli effetti durano dalle 4 alle 6 ore. Lo speed stimola l’attività fisica, comportamentale, e la vigilanza. Aumenta il ritmo cardiaco, la frequenza respiratoria, la pressione arteriosa e la temperatura del corpo. Ha inoltre l’effetto di far scomparire la fame (le amfetamine erano un tempo usate per curare l’obesità). Quando scende lo speed costringe il corpo ad attingere alle sue riserve. Gli effetti spiacevoli della discesa sono opposti agli effetti ricercati nella sostanza: stanchezza, apatia, depressione, nervosismo, aggressività, mascelle incollate, crisi psicotiche.

Rischi
Dosi massicce e assunzioni per via endovenosa possono provocare patologie acute: si sono riscontrati casi di decesso per problemi al sistema cardiocircolatorio, emorragie al cervello o ipertermie fulminanti (innalzamento eccessivo della temperatura corporea). Inoltre dosaggi elevati e prolungati per settimane e/o mesi, possono provocare insonnia, aritmia cardiaca, umore instabile, nervosismo immotivato, paranoie fino a veri e propri stati depressivi. Un altro rischio è legato alla tolleranza che si instaura verso le amfetamine. Un consumatore assiduo può avere bisogno di una dose di 20 volte maggiore rispetto a quella iniziale col pericolo di collassi acuti e di sviluppare dipendenza. È molto pericoloso mischiare lo speed con altre sostanze eccitanti (inclusa la caffeina),si innescano pericolose tachicardie.
-Mix con alcool: aumenta la tossicità a carico del fegato col rischio di epatiti e aumenta il rischio di ubriachezza inconsapevole
-Mix con ecstasy: aumenta la neurotossicità dell’ecstasy. Lo speed interviene sulla dopamina, l’ecstasy sulla serotonina e la dopamina: un rilascio eccessivo di entrambe le sostanze contemporaneamente può portare ad un overdose anche letale (collasso cardiaco, surriscaldamento, ipertermia).
– Lo speed non aumenta le tue capacità sessuali, anzi, rischia di diminuire le prestazioni.

CONSIGLI PER RIDURRE I RISCHI
1. Evita di prendere dello speed se hai problemi cardiovascolari, ipertensione, epilessia, asma, psicologici o di depressioni.
2. Fai attenzione a quello che compri e da chi lo compri. Spesso lo speed viene tagliato con sostanze anche tossiche. Per evitare intossicazioni o overdose, prendine una piccola quantità, una riga larga 1 millimetro e lunga 1 centimetro, e aspetta fino ad un’ora prima di assumerne ancora, se avverti nausea, giramenti di testa o tachicardia pronunciata non assumere nient’altro.
3. Bevi acqua regolarmente (ma senza esagerare, non più di 1⁄2 litro ogni ora), prenditi delle pause, prendi aria e anche se non hai fame cerca di mangiare alimenti energetici ricchi di vitamine.
4. Se lo sniffi, usa la tua cannuccia per evitare la trasmissione dell’epatite.
5. Evita di metterti in macchina e in attività che richiedono responsabilità.
6. Prima dell’assunzione assicurati di aver mangiato qualche cosa per evitare danni alle mucose dello stomaco, alla fine dell’effetto lavati al più presto i denti e le narici per evitare danni a mucose nasali e allo smalto dentario.

LA LEGGE
Chiunque coltiva, produce, fabbrica, raffina, vende, offre, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo sostanze stupefacenti o sostanze psicotrope che risultino in quantità superiore a quella prevista dalla tabella (Amfetamina 500mg, Metamfetamina 500 mg) è punito con la reclusione da 6 a 20 anni e con la multa da 26.000 a 260.000. per le dosi inferiori sono previste le seguenti sanzioni amministrative: sospensione della patente e del passaporto, del porto d’armi e di altri documenti per un periodo da 1 mese a 1 anno. In alternativa viene proposto un programma terapeutico socio-riabilitativo presso il Sert di residenza.

SCARICA IL FLYER